Social shopping, risparmio e/o disservizi.

http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2012/08/23/viaggiare-con-buoni-e-coupon-come-evitare-i-raggiri/?h=1

Low_cost_erpESTATE LOW COST

Viaggiare con buoni e coupon, come evitare i raggiri

di Erika Tomasicchio
Il 5% degli italiani è partito o conta di andare in vacanza con un pacchetto-viaggio acquistato su un sito di social shopping. Le offerte consentono di risparmiare dal 35 al 90%, ma in un terzo dei casi riservano inconvenienti. Alcuni suggerimenti per stare alla larga dai disagi

Per molti è l’unica alternativa possibile a un’estate in città: visitare i siti dei gruppi d’acquisto e approfittare di un’offerta di viaggio a prezzi stracciati. Mai come quest’anno le vacanze sono un miraggio per gli italiani: solo quattro su dieci si possono permettere un soggiorno fuori. Si comprende così il boom dei coupon, ancora di salvezza nel mare della crisi. Secondo una stima dell’Adoc il 5% della popolazione è partito o si muoverà grazie a un buono acquistato all’ultimo minuto in rete.

Se le ferie diventano un’odissea. Convenienti e sempre più gettonati, ma anche fonte d’insidie. I pacchetti estivi consentono un risparmio dal 35 al 90% rispetto a una prenotazione normale. Ma possono riservare anche spiacevoli sorprese. L’associazione dei consumatori mette in guardia i turisti last minute dai deal acquistati sui portali di sconti: un terzo di chi ha provato un viaggio su un sito di social shopping, ammonisce l’Adoc, ha riscontrato difficoltà nell’utilizzo del servizio. Trascorrere la vacanza nel periodo prescelto può diventare un’odissea, perché l’hotel non ha più camere disponibili o non è possibile prenotare il volo in quei giorni (incidente che si verifica nel 55% dei casi).

«La scelta dei buoni presenta dei rischi – spiega Lamberto Santini, presidente dell’Adoc -. Può capitare ad esempio di ricevere un trattamento diverso rispetto a chi non usufruisce di un buono sconto (lo riferisce il 30% delle lamentele), o possono insorgere difficoltà nel farsi risarcire le spese sostenute (15% dei reclami).

Groupalia sotto la lente dell’Antitrust. Dal colosso americano Groupon, il più frequentato, con oltre 140 milioni di utenti, fino a Groupalia, passando per Letsbonus. Il sistema dei gruppi d’acquisto è esploso in Italia negli ultimi due anni. Ma all’entusiasmo iniziale sono seguite le lamentele alle associazioni dei consumatori per disagi e irregolarità.

Una valanga quelle giunte al Movimento consumatori negli ultimi mesi, tutte relative a Groupalia: clausole vessatorie, overbooking, articoli mai consegnati o giunti in ritardo, ostacoli a far valere la garanzia legale.

L’associazione ha avviato una class action dinanzi al tribunale di Milano per chiedere di inibire l’utilizzo delle clausole vessatorie che escludono la responsabilità del sito in caso d’inadempimenti dei partner commerciali e di difformità tra il servizio reso e quello promesso. Intanto l’Antitrust ha avviato un procedimento per pratiche commerciali scorrette nei confronti della società.

Alcuni suggerimenti anti-truffa. Ecco una serie di accorgimenti, suggeriti dall’Adoc, da seguire scrupolosamente per non incorrere in disagi se si sceglie di acquistare un soggiorno sui siti di social shopping.

  • Analizzare l’offerta nei dettagli: è importante accertarsi che i servizi promessi corrispondano a quelli effettivamente resi (dagli extra, alle tasse aeroportuali incluse, volo, colazione e così via)
  • Verificare l’esistenza di un numero di telefono per prenotare e per ottenere eventuale assistenza, oltre a un indirizzo e-mail
  • Controllare il prezzo dell’offerta, mettendolo a confronto con i costi reali della struttura d’alloggio e del volo
  • Prima di prenotare informarsi con molta attenzione sull’hotel o il bed & breakfast in cui si pernotterà: si può fare un giro su forum o portali dedicati, spulciando le recensioni degli altri utenti che ci sono già stati
  • E’ buona regola confrontare più offerte, sia su altri portali di gruppi d’acquisto, che le altre promozioni della compagnia aerea e della struttura stessa
  • Controllare attentamente la scadenza del coupon e i periodi di validità dell’offerta
  • Prima della prenotazione chiamare l’albergo per accertarsi della disponibilità nel periodo prescelto e della reale presenza di agevolazioni per chi si avvale di un coupon
  • Una volta acquistato il pacchetto prenotare immediatamente la camera.

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s